Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Impianto termodinamico. Per Gianni Leggieri: sarebbe errore madornale

Pubblicato su da ASSOCIAZIONE INTERCOMUNALE LUCANIA

Ringraziamo il Consigliere per il suo lavoro di supporto e di sostegno. Il modo di comportarsi dell'avvocatura regionale nell'ambito del ricorso della Teknosolar, dinanzi al TAR Basilicata, non ci piace, non ci è mai piaciuto! Quali le ragioni per tacere sul modo in cui la Regione Basilicata vorrebbe difendere il proprio atto di archiviazione? Ad oggi non vi è alcuna memoriadifensiva depositata da parte della Regione Basilicata quale resistente nel ricorso promosso dalla Teknosolar per l'impugnazione di un suo atto amministrativo che dovrebbe difendere. Abbiamo già da tempo sollevato il differente comportamento tra l'Ufficio Compatibilità Ambientale e chi è preposto e far sentire le ragioni dell'archiviazione ai giudici del TAR che, ovviamente, non hanno nulla a che vedere con l'Ufficio prima citato che, tra l'altro, con l'invio della relazione tecnica all'avvocatura regionale ha sostanzialmente terminato il suo lavoro. Una questione, quella di chiedere spiegazioni realistiche alla Regione Basilicata, che dovrebbe essere una priorità, ma altri preferiscono mostrarsi miopi. Il tutto fa comprendere quando era e continua ad essere difficile la vicenda. L'archiviazione definitiva al progetto del Termodinamico era e rimane una realtà grazie al non "accoglimento" della sospensione. La non possibilità, da parte della Teknosolar, di partecipare all'aggiudicazione degli incentivi tramite le aste è una realtà. La previsione del nuovo Decreto MiSE del 23 giugno 2016 di assegnare incentivi al grande Termodinamico (CSP) per un contingente di 100 MWe, esigere tra i requisiti l'aver ottenuto il titolo autorizzativo, prevedere una scadenza per il 31 dicembre 2016, TUTTI aspetti che mettono fuori gioco la Teknosolar, è una realtà! L'archiviazione del progetto della Teknosolar andava accolta con entusiasmo e soddisfazione, ma c'è la volontà di alcuni di farle raccogliere i cocci, le macerie. Noi vogliamo cacciarla definitivamente dalla nostra Regione, non vogliamo più che si parli di Teknosolar e non le consentiremo neppure di leccarsi le ferite dopo il notevole danno, in termini di tempo, che ci ha causato e continua a causarci. C'è ancora più gente che si è messa sul balcone, tanta altra gente che fiuta un certo businness anche dalla raccolta dei cocci del progetto termodinamico ormai demolito. Per noi, la guardia era alta e continua ad esserlo. Chi pensa di abbassarla è, per noi, un traditore da allontanare al pari della Teknosolar.

LA NUOVA del Sud - 5 luglio 2016

LA NUOVA del Sud - 5 luglio 2016

Il Quotidiano del Sud - 5 luglio 2016

Il Quotidiano del Sud - 5 luglio 2016

Commenta il post