Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Viceministro Bubbico contro la speculazione dell'eolico!

Pubblicato su da ASSOCIAZIONE INTERCOMUNALE LUCANIA

Ma guarda che sorpresa! Il Viceministro degli interni Bubbico, ieri a Matera, afferma: «Abbiamo bisogno di sconfiggere dei luoghi comuni, e per farlo dobbiamo riconoscere gli errori che abbiamo compiuto nell'incentivare fonti rinnovabili solo perché era di moda. Incentivando il fotovoltaico, ad esempio, abbiamo sottratto suolo fertile per le attività agricole e garantito ad alcuni investitori finanziari di lucrare su una rendita, che nessun altro investimento può offrire; per di più senza generare alcun impatto positivo su occupazione e lavoro. Abbiamo ripetuto lo stesso errore con l’energia eolica e anche con le bioenergie, quando abbiamo deciso di sovraincentivare le trasformazioni energetiche delle biomasse senza misurare i costi e i benefici di quella operazione attraverso la costruzione di un bilancio di materia, dei flussi energetici [...] Oggi scopriamo che le biomasse comportano un costo maggiore di quanto se ne ricava in termini energetici. Queste sciocchezze vanno evitate, e tutti dobbiamo sentirci responsabili perché tutti noi le abbiamo sostenute [...] Se avessimo deciso di partire dalla efficienza energetica degli edifici, più che dai campi fotovoltaici utilizzando la domotica, la possibilità per le famiglie di diventare produttori di energia, avremmo recuperato quei benefici energetici che oggi inseguiamo senza poterli conseguire».

Bravo Bubbico! Solo ora si ricorda della speculazione delle rinnovabili? Dice che "tutti noi le abbiamo sostenute", riferendosi alle rinnovabili, ma quando dice "noi" a chi si riferisce? Sentiamo un po', chi sarebbe quel "noi" che deve essere considerato complice della passata e presente speculazione legata alle rinnovabili? Rispettabilissimo Viceministro degli interni Bubbico, c'è ancora tanta speculazione potenziale legata alle rinnovabili, dall'eolico al termodinamico, c'è ancora tanta sovraincentivazione con il nuovo contingente di incentivi statali legato all'eolico (800 MW legato al meccanismo delle aste), parliamo di cose concrete ed evitiamo per una volta di rimuginare il passato. Ovviamente, sempre che l'intento sia quello di criticare gli errori fatti con comportamenti credibili e non parlare nell'ottica di un puro e semplice chiacchiericcio politico nostrano.

Commenta il post