Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

L'ambientalismo che non ci piace e che condanniamo

Pubblicato su da ASSOCIAZIONE INTERCOMUNALE LUCANIA

L'ambientalismo che non ci piace e che condanniamo senza guardare in faccia NESSUNO sia che trattasi di un uomo sia che trattasi di una donna. Fare dell'ambientalismo uno strumento per raggiungere i propri fini economici, di affermazione personale ... è qualcosa di squallido e vergognoso. Per fortuna, tali personaggi vengono facilmente smascherati anche grazie alle loro disinvolte manovre di lusinga.

Nell'articolo si legge: "Ulderico Pesce, nella manifestazione di Policoro dello scorso 15 luglio, difendeva a spada tratta l’intervento di Pittella. Storicamente contrario alle trivellazioni in Basilicata, l’autore della petizione intitolata “Attenti al Cane” (ENI) ... Un ambientalista che applaude e sostiene chi ha venduto la nostra Terra ai petrolieri. A pensar male si potrebbe sostenere che, anche Pesce, abbia usufruito del 'bancopittella'. A pensar mele si fa peccato, ma spesso si ha ragione. E, infatti, ecco la Determinazione Dirigenziale del Dipartimento Presidenza n. 460 del 27/04/2015, con la quale viene impegnata la somma di 10.000 euro per la realizzazione dello spettacolo dal titolo “Convivio Lucano: L’ultimo covone”, proprio con l’attore Ulderico Pesce ... Cade la maschera di ambientalista impegnato. Pesce diventa l’emblema dell'artista 'prezzolato' che sostiene le tesi del 'mecenate' che offre di più".

il titolo del video più appropriato sarebbe: "Trota è sicuramente chi trasforma la favola in realtà". Dal 2011 ad oggi, perché mai la Puglia preleva acqua dall'invaso del Pertusillo nella parte centrale? Sarà forse perché nella zona superiore ci sono idrocarburi e nella zona bassa vi sono metalli pesanti? Soluzione "ingegnosa", da farci un video "favola", ma purtroppo è la triste e tragica realtà, altro che carpe che amoreggiano in acque basse.

Commenta il post