Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Le rinnovabili sono la voce più pesante nella bolletta dell'energia elettrica (servizio di Ballarò)

Pubblicato su da ASSOCIAZIONE INTERCOMUNALE LUCANIA

Il Garante dell'Energia: "dal 2009 gli oneri parafiscali sono triplicati". Le famiglie pagano la scellerata politica dei mega incentivi alle rinnovabili. Le rinnovabili sono la voce più pesante nella bolletta dell'energia elettrica: l'86% degli oneri di sistema, contemplati nella bolletta, sono da attribuire alla voce rinnovabili. Secondo il Professore di Scienze delle Finanze Giorgio RAGAZZI: "Si sono fatti enormi regali offrendo tariffe elevatissime rispetto ad un costo di investimento che si era ridotto". Perché si parla di speculazione favorita da leggi statali scellerate? Il motivo è semplice: oggi per i futuri impianti fotovoltaici non sono più previsti incentivi e questo perché la bolla speculativa è stata tale da dover passare da un eccesso di incentivazione ad un altro eccesso rappresentato dall'azzeramento degli incentivi al fotovoltaico.
Si assiste che nella voce "rinnovabili" si contempla anche la biomassa derivante dalla parte biodegradabile del rifiuti urbani ed industriali: celare quindi una incentivazione agli inceneritori per la produzione di energia elettrica; celare una incentivazione ai cementifici che aprono le porte all'incenerimento della monnezza utilizzata come combustibile. Non sono mancate le speculazioni tramite serre fotovoltaiche. Serre vuote di prodotti agricoli. Serre abbandonate piene di erbacce, ma con pannelli fotovoltaici che attirano incentivi a spese degli italiani che hanno bisogno di una minore tassazione. Alcuni sostegno che un buono Stato deve essere come un buon padre di famiglia, ma uno Stato che favorisce la speculazione come lo definireste? In Italia, la politica energetica non mira seriamente alle rinnovabili e all'abbandono delle fonti fossili, bensì ad una politica interessata al business praticato con l'inganno di arrecare un servizio utile alla società. La società non è il fine, bensì il mezzo per raggiungere enormi profitti. Nel settore delle rinnovabili, la società è vista come il mezzo per creare enormi quantità di soldi pubblici, tramite tassazioni nella bolletta elettrica, da incanalare sui conti correnti delle società d'affari proponenti mega impianti rinnovabili, serre fotovoltaiche speculative e tante altre porcate che nulla hanno di sostenibile per il nostro Territorio.

Commenta il post