Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Ancora su IMU applicata ai terreni agricoli

Pubblicato su da ASSOCIAZIONE INTERCOMUNALE LUCANIA

Dall'articolo di oggi, sul Quotidiano del SUD, si legge che per il Governatore lucano permane una grave ingiustizia nei confronti dei Comuni "non montani". Si legge anche che Coldiretti Basilicata si dice soddisfatta per la posizione assunta sul tema dal governatore lucano.
Ricordiamo al Presidente lucano e alla Coldiretti che in Basilicata esiste ANCHE un'area chiamata Vulture Alto Bradano interessata dalla presenza di Comuni classificati come parzialmente montani per i quali vi sono altrettante incoerenze nei criteri adottati per il pagamento dell'Imu. Infatti, associare una patrimoniale ad un bene produttivo in grave difficoltà economica, ancor peggio se produttivo non lo è (nei casi di terreno incolto), è irrazionale tanto se il bene risulta essere in possesso ad un coltivatore diretto, ad un Iap o altro. I Comuni del Vulture Alto Bradano classificati, tramite discutibile tabella Istat, come parzialmente montani sono: Barile, Palazzo San Gervasio, Genzano di Lucania, Ginestra, Mascito, Rapolla, Ripacandida, Venosa.
Fare cassa tramite tassazione su beni produttivi, afferenti al settore primario, calpesta qualunque criterio di ragionevolezza ancor più se la tassazione prevede vergognose rivalutazioni al 25%, gonfiati coefficienti moltiplicativi (fino 135) e imposte comunali fino al 10.6 per mille con un minimo del 4.6 che puntualmente i Comuni non applicano perché si ergono, molto spesso, a semplici esattori.

Ancora su IMU applicata ai terreni agricoli

Commenta il post