Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

NOTIZIA del GIORNO (9.12.2014)

Pubblicato su da ASSOCIAZIONE INTERCOMUNALE LUCANIA

ARPAB dice: “l’inadeguatezza da parte della società, nel governo del processo produttivo” ... “inappropriatezza della gestione dei rifiuti e il non corretto funzionamento del sistema di abbattimento dei fumi”. Come conseguenza l'annuncio di sospensione dell'attività di uno dei due forni di incenerimento rifiuti dello stabilimento Fenice-EDF.
Pensate che negli anni precedenti l'inceneritore abbia funzionato in modo impeccabile? Ecco che fine fanno le rassicurazioni ... Ma ovviamente non c'è nulla di cui meravigliarsi.

Dopo il blocco per un mese dello smaltimento dei reflui petroliferi presso gli impianti di Pisticci Scalo in seguito ad analisi dell'ARPAB che hanno evidenziato la presenza di elementi radioattivi nelle acque di lavorazione provenienti dal COVA di Viggiano e smaltiti presso gli impianti di Tecnoparco Valbasento SpA con una inchiesta in corso per presunto traffico illecito di rifiuti riferibile al trasferimento di acque di lavorazione del petrolio, che da Viggiano vanno a Pisticci nell'impianto Tecnoparco; ora l'annuncio della sospensione di uno dei due forni dell'inceneritore di Fenice-EDF.
E c'è chi si permette di giocare sull'inquinamento del petrolio, sulla trivellazione e per ultimo, meno importante solo perché presente sulla carta e privo di autorizzazione per i tanti intoppi nell'iter amministrativo, sulla follia del Termodinamico con rischi di incendio/esplosione sottoposto alle direttive Seveso III, alimentato da oltre 7,7 milioni di metri cubi di gas metano/anno; immissioni di ossidi di azoto, beneze e fenolo ecc. ecc.

Anche per il Termodinamico c'è chi sostiene che inquini meno di un motorino, che i 226 ettari (anche dopo le 9000 trivellazioni in parte interferenti con una falda sottostante) sono recuperabili dopo 25 anni; così come c'è chi sostiene che l'attività petrolifera è una fonte di inquinamento meno incisiva di quelle derivanti dalla zootecnica; così come c'è chi sostiene che la trivellazione di un pozzo petrolifero in Basilicata è un semplice foro nel terreno ecc... ecc... Siete patetici oltre che una gente di manifesta ignoranza e presunzione. Tutte questi personaggi che rassicurano sono facilmente individuabili perché appartengono tutti alla stessa correte politica o simpatizzano spudoratamente per essa.
Quando parlate di sicurezza non siete più credibili.

E in tutto questo scenario, notizia di oggi, 3 esponenti del PD lucano (Casarano, Piarulli, Mastronardi) scrivono una lettera a Renzi per la necessità di un aeroporto in Basilicata? Abbiate almeno la decenza e il rispetto di noi lucani di non farle pubblicare sui giornali queste vostre richieste che in una scala di priorità, tra tante serie emergenze ambientali, occuperebbero dei posti scandalosi e vergognosi.
Non ci limitiamo ad osservare, ma verrete giudicati per questi vostri comportamenti.

Dopo la notizia dell'INCENERITORE Fenice-EDF è più che mai indicato rinfrescarsi la memoria con quanto abbiamo carico sul nostro blog nel mese di Settembre scorso.
A quanti ci dicono: ma cosa centra Fenice, il Petrolio con il nostro problema che si chiama Termodinamico? Con l'occasione ricordiamo che: il problema non è solo il Petrolio, non è solo il Termodinamico, non è solo l'inceneritore Fenice-EDF, ma il problema è uno solo: NO alla devastazione del nostro Territorio. Occorre avere necessariamente una visione non settoriale pur nel rispetto della specificità delle singole problematiche. Non avrebbe senso affrontare un problema facendo finta di non vedere il resto. I paraocchi non ci piacciono.

Commenta il post